Last Minute Itinerari Assisi

Itinerari Assisi

Assisi

HomepageItinerari_Assisi_ItaliaUmbriaItinerari_Assisi_agriturismoAssisiateItinerari_Assisi_eventiAssisiItinerari_Assisi_informazioni
Itinerari_Assisi_offerte

italiano : english : deutsch : español : japanese

Un viaggio spirituale (e architettonico) intorno ai luoghi che videro nascere, crescere e diffondersi il messaggio di Francesco d'Assisi

Il giro di visita presso i luoghi di San Francesco d'Assisi inizia con la Chiesa Nuova, indicato dalla tradizione come l'antica dimora di Pietro di Bernardone, nella quale venne alla luce Francesco. Si tratta di un edificio ricostruito nel 1615, a croce greca con una cupola maggiore e altre quattro minori. Ma la tradizione individua anche in un secondo punto la nascita di Francesco, una umile stalla, nella quale Francesco venne alla luce, a perfetta imitazione della vita di Cristo. Oggi, situato a breve distanza dalla Chiesa Nuova, vi sorge l'Oratorio di San Francesco Piccolino.

Altro luogo significativo è la magnifica Cattedrale di San Rufino, eretta intorno al 1029 dal vescovo Ugone, sopra una chiesa eretta in età altomedievale per custodire le reliquie di San Rufino, martire locale. La nuova e definitiva sistemazione alla chiesa risale al 1140, mentre lo splendido rosone è del 1163. La Cattedrale di San Rufino è forse la più alta realizzazione del romanico umbro. Qui vi fu battezzato San Francesco, Santa Chiara e Federico II di Svevia, e più precisamente nel Fonte battesimale della navata di destra. Nella sacrestia è contenuta una grotta, nella quale Francesco si ritirava in assorta preghiera, denominata Oratorio di San Francesco. Sempre dalla navata destra è possibile passare al Museo del Duomo, nel quale si conserva, oltre a preziosi affreschi e notevoli codici miniati, un trittico di Niccolò Alunno del 1470, la “Madonna col Bambino e Santi”.

Segue poi il luogo dove San Francesco, di fronte al popolo ed al vescovo Guido si spogliò di ogni suo avere, dei beni di famiglia e delle sue vesti, dichiarando di voler seguire solo l'Altissimo. Oggi vi si trova la Basilica di Santa Maria Maggiore e il Vescovado, all'interno del quale, in una sala, detta Sala della Rinuncia, è ricordato l'episodio. Sempre nel Palazzo Vescovile San Francesco trascorse gli ultimi giorni della sua vita, dove tra molte sofferenze si preparò in preghiera al momento della sua morte.

Accanto alla Piazza del Comune si trova la Casa di Bernardo di Quintavalle ove avvenne l'episodio narrato nei Fioretti e celebrato da Dante nell'XI canto del Paradiso, quello interamente dedicato a San Francesco. Bernardo di Quintavalle, amico di Francesco e ricco possidente, lo accolse nella sua casa, e durante la notte, sentitolo pregare, ebbe una folgorazione mistica, abbandonò il proprio agio e, primo fra gli altri, “corse” dietro San Francesco, ancora solitario nella sua predicazione.

La Basilica di Santa Chiara è un altro luogo impregnato della vita di San Francesco, sorta dove un tempo era la Chiesa di San Giorgio, ora parte integrante della Basilica. Qui Francesco trascorse gran parte della sua fanciullezza imparando a leggere e a scrivere. Qui riposarono le sue spoglie dopo la sua morte per quattro anni, dal 1226 al 1230 e vi fu seppellita Santa Chiara. Dopo la morte e la canonizzazione di Chiara, nel 1255, fu costruita l'attuale Basilica.

In luogo isolato e solitario, a metà strada fra la pianura e la collina sulla quale si trova Assisi, vi è il Santuario di San Damiano, raccolto e suggestivo in uno spazio che dispone alla preghiera ed al ripiegamento interiore. La chiesa è molto antica, costruita forse nel IX secolo, ma le prime notizie ce ne parlano solo a partire dal 1030. Francesco si recò spesso in quella chiesetta umile e dimessa, soprattutto nei periodi di massima sofferenza, corporale e spirituale. Proprio durante un intenso periodo di preghiera e prostrazione passato nella chiesa, ai piedi di un dipinto bizantino che ritraeva il Crocifisso (ora conservato nella Basilica di Santa Chiara), si sentì rivolgere dalle labbra del Cristo l'invito a “riparare la sua casa”. Anche Santa Chiara e le sue “Povere Dame” sostarono a lungo a San Damiano, vedendo nascere il nucleo di quello che sarà il Secondo Ordine Francescano. Sempre a San Damiano, un Francesco stimmatizzato e provato da interminabili sofferenze, compose il Cantico di Frate Sole.

Molto significativo è il Santuario di Rivotorto, all'interno del quale è custodito il Tugurio di San Francesco, l'umilissima capanna dove il santo di Assisi visse saltuariamente per almeno due anni, dal 1209 al 1211. Il Tugurio venne scelto da Francesco come simbolo di povertà e di umiltà, ma anche come vera e propria base logistica della propria attività, poiché a breve distanza si trovavano due lebbrosari, quello di San Lazzaro in Arce e di San Rufino in Arce, presso i quali Francesco e i suoi primissimi seguaci offrirono le loro cure.

Il giro termina dove tutto ebbe inizio, la Porziuncola di Santa Maria degli Angeli, a pochi chilometri da Assisi, luogo di incomparabile commozione, attorno al quale sorge uno tra i più importanti Santuari e tra i più visitati, la Basilica di Santa Maria degli Angeli. Qui iniziò la straordinaria avventura dell'Ordine Francescano e terminò la vita terrena di Francesco d'Assisi. La primitiva chiesa della Porziuncola fu edificata nella sua semplicità già nel IV secolo, quando vi passarono quattro pellegrini di ritorno da Gerusalemme. Francesco nel 1206 la vide cadente e quasi distrutta, quando la elesse a proprio rifugio e la rimise in piedi con le proprie mani, indicandola come proprio luogo interiore. Dalla Porziuncola nasce il movimento francescano, e partirono numerosi i frati diretti verso il mondo a diffondere il messaggio di pace e amore. E nello stesso luogo volle tornare Francesco allorché sentì la morte avvicinarsi, poiché i suoi giorni sulla terra terminassero dove la sua vita spirituale era iniziata. La Basilica di Santa Maria degli Angeli venne edificata nell'arco di più di cento anni, tra il 1569 e il 1679, su progetto del prestigioso architetto Galeazzo Alessi, a protezione dell'inestimabile tesoro costituito dalla Porziuncola, per preservare nel tempo questo simbolo francescano che appartiene all'umanità intera.
Altri Itinerari di viaggio
Arte - Itinerario Umbro-Etrusco - L'itinerario propone un viaggio nella fascia territoriale al centro della regione, con un percorso di visita che da Peru... Itinerario Umbro-Etrusco_1
I testi e le immagini presenti in questa pagina, ed in quelle ad essa collegate, sono protette da copyright:
ne è pertanto assolutamente vietata la riproduzione (anche parziale).
  • Itinerari_Assisi_cultura
  • Itinerari_Assisi_country_house
  • Itinerari_Assisi_alberghi

Itinerari_Assisi_bed_and_breakfast english version deutsch version version espanola 日本語版